Uno scatto da sogno

I primi giorni di vacanza impongono un rallentamento dei ritmi e quindi è da un pò che non scrivo nulla. Oggi però voglio rendervi partecipi di uno scatto fatto presso l’aeroporto di Nizza (NCE/LFMN) ad un soggetto d’eccezione, il Boeing 787 Dreamliner, il famoso “aereo dei sogni” della casa di Seattle. Che ci fa a Nizza l’ultimo nato di casa Boeing? Ci fa che la Norwegian, una delle ultime compagnie a ricevere il velivolo ha deciso di utilizzarlo in tratte interne europee prima di usarlo per i voli a  lungo raggio, per far impratichire i piloti.

Tra le varie tratte selezionate c’era anche la Oslo-Nizza. Qui l’utlimo volo sarebbe stato il 3 agosto e, non appena l’ho saputo ho fatto in modo di essere presente all’appuntamento.

Fin dalla partenza sapevo che andavo in contro ad un problema di fondo irrisolvibile, il controluce. L’orientamento infatti delle piste dell’aeroporto di Nizza fa sì che tranne che al tardo pomeriggio i velivoli si trovino sempre contro la luce del sole (a meno di non voler affittare una barca e piazzarsi in mezzo al mare).

Il secondo problema era la possibilità che all’ultimo minuto venisse invertito il verso degli atterraggi e dei decolli, lasciandomi in testata 22 ad attendere un aereo che sarebbe poi atterrato dall’altra parte.  Si tratta di un’eventualità rara (è necessario un forte vento da una direzione non usuale) ma non impossibile.

Arrivo previsto ore 09:30, mi alzo quindi (e come primo giorno di vacanze non c’è male) alle 07:45. Il tempo per arrivare all’aeroporto è di circa 20 minuti (per di più è un sabato mattina), ma voglio essere sicuro di prevedere ogni possibile inconveniente.

Dò un’occhiata a Flightradar24 per sapere dove si trova la “preda”.

eilna

Si trova in volo sul centro della Germania, orario previsto 09:25. Bene così.

Mi posso quindi dirigere verso lo spotting point prescelto, presso la foce del fiume Var a poca distanza dalle piste dell’aeroporto di Nizza.

Arrivato vedo che un A321 di Air France è in corto finale. Buona cosa, effettivamente non c’è vento, quindi il 787 dovrebbe arrivare proprio qui di fronte.

Sono le 09:20 e in lontananza vedo un puntino bianco e rosso. E’ lui? Non si capisce troppo distante. Pochi secondi e riesco a metterlo a fuoco, no, è un 737 sempre della Norwegian (qui pare di essere in Scandinavia dai tanti aerei della compagnia norvegese che si vedono).

Passano altri 5 minuti. Nuovo puntino rosso all’orizzonte. Cerco di mettere a fuoco.

DSC_0012

 E’ lui!

Vi propongo quindi qui di seguito qualche scatto.

Il migliore è sicuramente questo.

EI-LNA

Infatti quando il 787 si trova esattamente difronte a me è in pieno controluce
DSC_0021

In ogni caso è stato davvero emozionante trovarsi di fronte a qualcosa di cui si è letto e scritto a lungo ma che non si era mai visto. Incredibile il silenzio. Davvero uno degli aerei più silenziosi che abbia visto, o meglio, sentito.

Questo è quanto è uscito fuori dal primo giorno di vacanze. E, lo confesso, non si poteva cominciare meglio. Abbiate fiducia che seguiranno altre foto e anche altri articoli, ma ora mi ripiombo nel dolce far nulla vacanziero 🙂

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*