Svelato il piano per la nuova Alitalia

Presentato ieri il piano di Etihad per il rilancio di Alitalia. Parlo di piano di Etihad anche se la compagnia araba è un socio di minoranza, e vuole sempre sottolinearlo, aggiungendo che non detiene il controllo effettivo della compagnia (se no a Bruxelles qualcuno potrebbe non gradire).

Ci aspetta una vera propria rivoluzione in casa Alitalia: si punta ad una nuova immagine che si concretizzerà in una nuova livrea, nuove divise per gli assistenti di volo e nuovi interni per gli aerei (si parla di riconfigurazione e nuovi servizi a bordo, su tutti spicca la connessione wi-fi su tutti gli aeromobili).

Il rilancio della compagnia non passa solo da una nuova immagine, ma anche da nuovi voli da Milano Malpensa saranno incrementati i servizi di lungo raggio (le frequenze settimanali passeranno da 18 a 25, con aumenti per Tokyo e Abu Dhabi e dovrebbe essere inserito un nuovo volo per Shangai), mentre da Milano Linate aumenteranno i collegamenti con gli hub delle compagnie partner.

A Roma Fiumicino crescerà l’offerta di destinazioni a lungo raggio e di voli a corto e medio raggio, consolidandone il posizionamento sul mercato italiano. Nel dettaglio le nuove rotte a lungo raggio  da Roma saranno San Francisco, Città del Messico, Santiago del Cile, Pechino e Seoul, con un aumento delle frequenze per New York, Chicago, Rio de Janeiro e Abu Dhabi.

Vi saranno più collegamenti con l’hub di Etihad Airways ad Abu Dhabi, collegato con voli diretti anche da Venezia, Bologna e Catania. da sottolineare che quello di Venezia sarà l’unico aeroporto italiano, oltre a Roma Fiumicino e Milano Malpensa, dal quale Alitalia opererà collegamenti con Abu Dhabi con aerei di lungo raggio (Airbus A330).

La volontà è far diventare Alitalia una linea aerea “premium”. Da quanto detto oggi le premesse ci sono tutte, ora però è il tempo di passare dalle parole ai fatti, cosa tutt’altro che facile.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*