Ryanair: o si odia o si ama

EI-EFF

O si odia o si ama“. Recitava così una vecchia pubblicità della Superga riferita al classico modello di scarpe da tennis della casa torinese. Lo stesso adagio però si potrebbe adattare alla più amata (o odiata) compagnia low-cost, Ryanair.

La compagnia irlandese è sicuramente amata a causa dei suoi prezzi molto competitivi, ma è anche odiata per una serie di gabelle che impone ai passeggeri che non rispettano le sue strettissime norme o per le pratiche commerciali spesso eccessivamente “invasive”.

“E’ il prezzo che si deve pagare per pagare poco” si dirà. E’ vero, ma tutti quelli che hanno viaggiato con la diretta concorrente degli irlandesi, easyJet, sanno che è possibile anche un modello low-cost più umano, dove il passeggero possa essere fatto sentire a suo agio prima e durante il volo.

Quest’anno Ryanair ha dovuto far fronte ad un calo dei profitti (si badi bene, un calo dei profitti, non perdita) e dunque il suo AD Michael O’Leary ha deciso di cambiare. D’ora in poi Ryanair ascolterà le rimostranze dei passeggeri e cambierà alcune delle sue politiche.

I viaggiatori potranno ad esempio portare a bordo una borsetta o un sacchetto con gli acquisti al duty free, oltre al bagaglio a mano, e saranno ridotte le esorbitanti tariffe per gli extra come la ristampa della carta d’imbarco o la spedizione del bagaglio in stiva.

Inoltre nei voli notturni (oltre le ore 21) e quelli di prima mattina (antecedenti alle 8) saranno banditi gli annunci non essenziali, così che i passeggeri che vogliono dormire non vengano disturbati ogni cinque minuti dalle proposte di vendita.

Tra le altre novità poi O’Leary ha annunciato che non ci saranno surplus di prezzo per gli errori nella prenotazione comunicati entro le 24 ore dal volo. Riguardo ai bagagli extra, la tariffa scenderà da 60 a 30 euro al desk di consegna e da 60 a 50 euro al gate d’imbarco.

Riuscirà in questo modo Ryanair a farsi amare un pò di più e odiare un pò di meno?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*