La futura flotta Alitalia per il lungo raggio

Alitalia punta al lungo raggio per rilanciarsi. Cercare di produrre utili sul corto raggio, dove ci si scontra con le low-cost, è sempre più difficile, per non dire impossibile (chiedere ad AirOne per averne testimonianza). La nuova Alitalia dunque punterà sul lungo raggio dove le low-cost non arrivano (quantomeno per ora).

Per far ciò però non basta rimodulare le destinazioni del proprio network, ma bisogna anche avere gli aeromobili per poterle effettuare. Ad oggi Alitalia ha una flotta a lungo raggio composta da 22 velivoli: 12 Airbus A330-200 (dei quali 2 ex AirOne -che non versano, per quanto riguarda gli interni, nelle migliori condizioni- e 10 di nuova consegna) e 10 Boeing 777-200ER.

Secondo quanto riportano i media la flotta a lungo raggio, da qui al 2018, dovrebbe vedere l’ingresso di ulteriori 3 A330 e 4 Boeing 777 (dei quali almeno 3 saranno 777-200LR). A fine 2018 la flotta a lungo raggio dovrebbe dunque contare 15 A330 e 14 B777, per un totale di 29 aerei.

Solo per darvi un’idea, Lufthansa ha una flotta di lungo raggio composta da 80 aerei, Air France da 106 velivoli, British Airways da 92 ed Etihad da 69. Morale, se Alitalia vorrà davvero ritaglairsi uno spazio tra le compagnie aeree maggiori dovrà ancora, e a lungo, aumentare il proprio parco velivoli a lungo raggio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*