“Indagini ad alta quota” su DMAX

488375_527455400630550_2091282733_n

E’ iniziata su DMAX, sul canale 52 del digitale terrestre, una nuova serie di “Indagini ad alta quota”. Il programma, uno dei più celebri tra tutti gli appassionati di aviazione, ricostruisce i più importanti disastri aerei avvenuto nella storia dell’aviazione.

L’aspetto interessante del programma non è tanto costituito dalla ricostruzione dell’incidente in sè (che attirerebbe solo i cultori del macabro), ma soprattutto per la ricostruzioni delle indagini che hanno portato a risalire alle cause dell’incidente aereo stesso.

Magari ci tornerò su con un post ad hoc, ma dopo un incidente aereo  il lavoro degli enti preposti a garantire al sicurezza del lavoro è complesso e affascinante. Ci si trova di fronte ad uno scenario alla C.S.I. dove l’equipe di esperti deve valutare una mole impressionante di dati, tecnici ma non solo, per riuscire a capire le dinamiche dell’incidente e le sue cause.

Dai problemi tecnici del velivolo fino alla situazione di stress e salute dei membri dell’equipaggio, tutti  i fattori sono utili per cercare di stabilire cosa ha portato ad una certa concatenazione di eventi che ha provocato l’incidente.

L’aspetto di tutto ciò che è più interessante è che una volta scoperte le cause non ci ferma lì. E’ questa la differenza tra C.S.I. e questo programma. Qui non viene semplicemente individuato un colpevole ma si lavora affinché l’evento indagato non possa più ripetersi (con modifiche tecniche o raccomandazioni ai piloti).  In poche parole se il mondo aeronautico è sempre più sicuro, lo si deve anche agli incidenti del passato dai quali si cerca sempre di trarre delle lezioni per fare in modo che non possano accadere più.

Il programma , che si chiama “MayDay” nella versione originale, è in onda sul canale DMAX, 52 sul digitale terrestre. Dalla settimana scorsa è in onda la nuova serie. Buona visione!

“Indagini ad alta quota”

DMAX, canale 52 digitale terrestre

Ogni giorno alle 10:05

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*