Il piano “B” di Airbus per le batterie dell’A350

40cebc2892

Della serie “chi lascia la via vecchia per la nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova…” il costruttore europeo visti i guai nei quali sta incorrendo il 787 di Boeing preferisce, per il momento, lanciare un piano B, utilizzando le collaudate batterie al Nikckel-Cadmio per il suo nuovo A350.

Ecco il comunicato stampa di Airbus:

“Airbus è sicura che l’architettura delle batterie principali agli ioni di Litio (Li-ion) che ha sviluppato in collaborazione con Saft e che è qualificata per l’aeromobile A350 XWB sia solida e sicura. Il programma di flight test per l’A350 XWB continuerà, così come programmato, con le batterie principali agli ioni di Litio. Tuttavia, spiega Airbus, le cause alla base dei due incidenti che hanno recentemente coinvolto delle batterie agli ioni di Litio, al momento, e allo stato delle nostre conoscenze, restano senza spiegazione. In questo contesto, e al fine di garantire il rispetto delle tempistiche del programma, Airbus ha deciso di attivare il proprio “Piano B” e di ritornare alla tecnologia Nickel-Cadmio – una tecnologia comprovata e ben conosciuta – per le proprie batterie principali per l’entrata in servizio del programma A350 XWB.

Airbus ritiene che questa sia la migliore opzione possibile nell’interesse dell’esecuzione del programma e dell’affidabilità dell’A350 XWB. Parallelamente, Airbus ha anche avviato degli studi aggiuntivi sul comportamento delle batterie principali agli ioni di Litio nelle operazioni aerospaziali e terrà naturalmente in considerazione i risultati dell’inchiesta ufficiale attualmente in corso. Airbus ritiene che questa decisione, presa a questo stadio del programma, non avrà conseguenze sulle tempistiche di entrata in servizio dell’A350 XWB”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*