Ha volato il Caproni Ca.3R di Zanardo

La notizia è di qualche giorno fa, ma visto che siamo quasi al 99esimo anniversario dell’entrata nella Grande Guerra da parte dell’Italia siamo ancora perfettamente in tempo.

Il Caproni Ca.3R di Giancarlo Zanardo ha effettuato il primo volo, o meglio il primo balzo,  per testare la risposta dei comandi di volo e il comportamento del motore.

Giancarlo Zanardo, a capo della  Fondazione Jonathan Collection, ha lavorato per 7 anni e 29mila ore per ricostruire quello che è l’unico bombardiere volante della Prima Guerra Mondiale esistente al mondo. Il Caproni Ca.3 tè stato il bombardiere di punta dell’aviazione militare italiana durante la prima Guerra Mondiale, ne vennero costruiti 270 esemplari in Italia e 83 in Francia. Oggi però i 2 sopravvissuti sono in un Museo e non voleranno più.

Ma l’obiettivo di far volare gli aerei storici (o loro repliche) è proprio lo scopo col quale è nata la  Fondazione Jonathan Collection che raggruppa una serie di repliche di velivoli storici quali il  Wright Flyer , Fokker Dr.I, Bleriot XI e, soprattutto, lo Spad. XIII con i colori italiani.

Il campo volo della Fondazione è a Neversa della Battaglia, in provincia di Treviso, sulle sponde del fiume Piave. In attesa che i collaudi vengano ultimati non possiamo che essere felici di un tale lavoro i cui frutti potranno essere apprezzati in maniera ancora più solenne, pensando che il velivolo sorvolerà i luoghi della Grande Guerra ad un secolo dal suo scoppio.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*