Gli “adolescenti terribili” di Seattle

dreamliner_terrible_teens

Prima di aver ricevuto tutte le certificazioni necessarie dalla FAA la Boeing aveva già cominciato a costruire i primi esemplari di 787. A seguito di cambiamenti in corso d’opera i primi esemplari di serie presentano però sostanziali differenze rispetto a i modelli successivi. Quella più evidente riguarda il peso (maggiore) e l’autonomia (minore, di circa 1800 km).

Questi esemplari, 11 per la precisione, vengono chiamati gli “adolescenti terribili” e presentano un bel problema per la casa di Seattle perché nessuno li vuole. I loro acquirenti non li hanno mai ritirati, troppe differenze coi modelli successivi e prestazioni troppo inferiori.

Morale della vicenda gli “adolescenti terribili” sono ancora ad Everett in attesa di qualcuno che se li prenda. Per favorire ed invogliare possibili acquirenti Boeing sta facendo i saldi: ognuno di questi “adolescenti” viene venduto a meno della metà dei 211 milioni di dollari richiesti per un Dreamliner di serie (si parla di 100 milioni l’uno). Ma anche così nessuno, per il momento, si è fatto avanti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*