Sempre su iPad ma in orizzontale, la pubblicità è molot meno invasiva

Flightradar24 lancia un’app completamente nuova

Flightradar24, la popolare applicazione per seguire in “diretta” i voli ha rilasciato una nuova versione.

Vabbé, direte voi, non è la prima volta. No, avete ragione, ma questa volta i cambiamenti sono tanti, nel bene e nel male.

Innanzitutto è bene specificare che non si tratta di un semplice aggiornamento, è completamente una app diversa dalla precedente. L’applicazione vecchia è scomparsa da iTunes e dal Play Store di Google ed oggi è disponibile solo la nuova versione.

L’applicazione è una sola, non esiste più una versione free e una a pagamento (chi ha quella vecchia a pagamento potrà continuare a usarla ma non sarà più aggiornata). La versione è dunque unica e si potranno sbloccare ulteriori funzionalità pagando.

Questo è proprio la nota dolente di tutta la vicenda perché i piani a pagamento sono due “Silver” e “Gold” e prevedono dei veri e propri abbonamenti (1,49€ al mese il primo, 4,59€ il secondo con sconti se si rinnovano annualmente). Acquistando uno dei due piani si toglierà la pubblicità dall’applicazione (che non è molto invadente, almeno nella versione per tablet, ma c’è e qui in basso vedete qualche screenshot) e si bloccheranno alcune funzionalità supplementari.

La nuova applicazione, anche in versione “Basic” presenta però numerose novità che vanno dalla possibilità di rivedere un determinato volo in modalità “playback”, di avere informazioni dettagliate su ogni singolo aeromobile e altri miglioramenti rispetto alla versione precedente.

Personalmente credo che i plus dati dalle versioni a pagamento non valgano però il prezzo che l’applicazione impone. Forse sarebbe stato meglio rinnovare la versione Premium, magari facendola pagare ma una tantum, in questo modo si rischia, di pagare, nel corso degli anni una cifra non indifferente.

La versione dell'applicazione su iPad vista in verticale
La versione dell’applicazione su iPad vista in verticale
Sempre su iPad ma in orizzontale, la pubblicità è molot meno invasiva
Sempre su iPad ma in orizzontale, la pubblicità è molto meno invasiva
Su smartphoe questa volta, ecco le funzionalità che fanno riferimento ai dati di un singolo volo
Su smartphoe questa volta, ecco le funzionalità che fanno riferimento ai dati di un singolo volo
Tenendo lo smartphone in verticale la pubblicità è più invasiva
Tenendo lo smartphone in verticale la pubblicità è più invasiva

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*