EasyJet sfida i Tour Operator classici

EasyJet (UK) A319-100 G-EZBF (14-Tartan)(Grd) SEN (KDB)(46)-M

Il mondo dei pacchetti viaggio è molto cambiato nel corso degli ultimi anni. Una volta  i Tour Operator organizzavano l’intero viaggio, dal biglietto aereo al soggiorno nei villaggi fino ai diversi trasferimenti. Oggi invece da una parte grazie alla facilità di prenotazione delle strutture ricettive permessa da Internet e dall’altra grazie alla possibilità di avere accesso a biglietti aerei dai costi molto competitivi  l’intero sistema dei pacchetti vacanze è cambiato: basta dare un’occhiata a quanto cade nelle principali località sciistiche in inverno o nelle principali località marittime in estate per rendersi conto di come i turisti abbiano cambiato abitudini. Ad esempio una volta a Torino durante la stagione invernale i charter della neve erano dominati dalle classiche compagnie inglesi quali Thomson e Thomas Cook mentre invece negli ultimi anni invece abbiamo assistito ad un’inversione di tendenza con Thomson e Thomas Cook che continuano ovviamente  ad esserci con i loro aerei ma questi sono più piccoli e hanno ridotto il numero di voli perché contemporaneamente abbiamo assistito ad un aumento demolizione delle compagnie low cost su tutte Ryanair e Easyjet che necessariamente drenano passeggeri ai tour operator.

Il modello del del turista fai da te sta prendendo dimensioni sempre maggiori e l’ultima ad averlo intuito è proprio Easyjet la quale a creato una società denominata Easyjet holidays che, oltre a vendere il volo verso le località turistiche vende anche il soggiorno diventando quindi un forte competitore dei classici tour operator. Questo sarà possibile grazie ad un accordo stipulato con la società Hotelopia, tra l’altro società che fa parte del gruppo TUI: Easyjet lancerà prossimamente sei nuovi siti internet del suo marchio “easyJet Holidays” tra i quali anche uno in italiano.

La compagnia britannica ha dato poi notizia di aver ridipinto un proprio velivolo Airbus a 319 con una colorazione speciale detta “Tartan” in onore del famoso tessuto scozzese. L’aereo, che porta la matricola G-EZBF è stato  ribattezzato “Inverness”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*