easyJet diventa… austriaca

Per tutelare i propri diritti di volo in ambito europeo easyjet ha deciso di acquisire il certificato di volo di un paese UE, visto che con l’uscita del Regno Unito, la compagnia britannica rischiava di perdere i diritti di volo tra i Paesi UE.

Salvo limitatissime eccezioni infatti  senza un certificato di volo (Aoc) di un Paese europeo non è possibile offrire voli che uniscano due paesi membri. Il rischio cui easyJet andava incontro era quindi, senza una disposizione ad hoc, di non poter più operare sul territorio europeo se non per voli da/per il Regno Unito.

Gli arancioni hanno quindi deciso di fondare una nuova società, easyjet Europe, con sede in Austria. Circa 110 aerei della compagnia verranno reimmatricolati in Austria permettendo dunque di continuare le operazioni anche dopo la data della Brexit.

La nuova società andrà dunque ad affiancarsi ad easyjet UK e ad easyjet Switzerland.

Nessun problema a riguardo per Ryanair che, lo ricordiamo, ha sede a Dublino.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*