Castellucci (Atlantia): Alitalia – Etihad questa alleanza “s’ha da fare”

foto4

Giovanni Castellucci, amministratore delegato di Atlantia, uno dei soci principali di Alitalia con circa l’8%, ha rilasciato un’interessante intervista a Radio24. L’intervista fornisce diversi spunti di riflessione perché Castellucci parla dell’integrazione Alitalia-Etihad come cosa già fatta, o quasi.

Per Alitalia l’alleanza (anche se sappiamo che più che una alleanza sarà più un acquisto) con la compagnia araba può essere la soluzione vincente per uscire dalla crisi. Nuova liquidità e nuovo management che potrebbero far sì che la ex compagnia di bandiera italiana possa lasciarsi alle spalle la crisi che ormai la caratterizza da anni e che grazie anche al cospicuo portafoglio ordini che gli arabi possono vantare si possa arrivare a breve ad uno sviluppo della flotta di lungo raggio AZ (questo Castellucci non lo dice ma dall’articolo lo si fa trasparire).

Anche per Ethiad l’alleanza con Alitalia potrebbe essere molto proficua, grazie al ruolo che Fiumicino come hub potrà avere (con l’indubbio polo attrattivo che rappresenta la città di Roma) nonché col possibile ingresso anche in AdR, la società che gestisce gli aeroporti di Roma (e di cui Atlantia è uno dei soci principali).

Tutto rose e fiori quindi? No. Sostanzialmente Ethiad entrerebbe in Alitalia solo con un serio accordo di ristrutturazione che prevede 1.900 esuberi, che porterebbero a 130 mln di € di risparmi (sui 300 totali che si dovrebbero economizzare).

Lunedì prossimo si riunirà l’assemblea di Alitalia per eleggere il nuovo consiglio di amministrazione alla luce dei nuovi peso dei diversi azionisti dopo l’aumento di capitale. Sempre lunedì Ethiad ha convocato una conferenza stampa congiunta con Air Berlin. Non si parlerà probabilmente di Alitalia, ma il tempo delle decisioni è ormai prossimo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*