Cade un secondo M-346. Salvo il pilota

M-346_training_aircraft_Alenia_Aermacchi_MSPO_2011_001

Cominciamo dalla buona notizia. Il pilota è riuscito a lanciarsi e, seppur con qualche ammaccatura, è salvo. La brutta notizia è che un nuovo Aermacchi M-346 “Master”, dopo quello negli Emirati, è precipitato.

L’aereo è precipitato ieri  per cause ancora ignote nel territorio comunale di Piana Crixia, in Valbormida, al confine tra le province di Cuneo e Savona. Il pilota, che si è lanciato con il paracadute, è rimasto impigliato ad un albero e per arrivare a terra ha compiuto un volo di 4 metri. E’ stato trasferito in elicottero  al Santa Croce di Cuneo e non è in pericolo di vita.

Il M-346 è l’aereo che Alenia e Aermacchi hanno indicato come sostituto del MB-339 (il velivolo utilizzato anche dalle frecce tricolori) e che è già stato venduto, oltre che all’Italia, a Singapore e ad Israele. Questo velivolo è un prodotto molto importante per l’industria aeronautica italiana che vuole proporlo come futuro addestratore unico per tutte le forze europee nonché come candidato come futuro trainer dell’USAF.

Nel panorama mondiale è sicuramente l’addestratore più avanzato e moderno. Al di là dell’incidente, del quale sarà interessante conoscere le cause, non credo che questo possa rappresentare una battuta d’arresto per un programma che ha visto investimenti molto ingenti e la cui bontà è stata riconosciuta da molti anche in ambito internazionale (Israele, seguendo la sua politica molto attenta quando si tratta di acquisire materiale militare, sceglie, a suo dire, solo il meglio).

P.S. in basso trovate un video con il relitto del velivolo ripreso nel punto dell’incidente

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*