Bergamo – Roma, ci prova Blu-express

I-BPAI

Si era scritto e detto di tutto. L’abbandono della rotta Bergamo – Roma da parte di Ryanair ha fatto scalpore. Il trigiornaliero offerto dalla compagnia irlandese si è scontrato con la forte concorrenza del treno e a Dublino hanno ritenuto che la rotta non fosse più profittevole. Così dal 31 marzo Ryanair chiuderà la rotta.

La cosa che più ha fatto scalpore non è stato tanto la chiusura in sé, quanto il fatto che il treno avesse cominciato a mietere le prime vittime anche sulle rotte gestite da compagnie low-cost (anche se in realtà non sarebbe una vera e propria novità, chiedete a easyJet e ad Alitalia come sta andando la Linate – Fiumicino…)

Ebbe, oggi Blu-express annuncia che rileverà la rotta. Non più 3 frequenze al giorno, ma solo una. Pare che l’andata sia fissata per le 7,40 da Orio e il ritorno alle 18,50 da Fiumicino (non più à Ciampino dove operava invece Ryanair). Il volo dovrebbe essere effettuato 6 giorni su 7, con l’esclusione del sabato, ma venerdì e domenica sarebbero programmati due ulteriori rotazioni, per un totale di 14 la settimana (cioé 7 a/r).

Il velivolo impiegato sarebbe un 737-300 da 148 posti (sulla rotta attualmente viaggiano circa 100/130 passeggeri a volo). Qualche dubbio rimane perché il costo operativo per ora di un 737-300 è più alto di quello di un 737-800, ma il primo necessita di un membro dell’equipaggio in meno e dunque, viaggiando con un LF elevato potrebbe garantire buoni margini. Questo anche perché non è detto che gli irlandesi andassero in perdita sulla rotta, può darsi che semplicemente abbiano altre rotte più profittevoli da sfruttare.

Vedremo come andrà, nel frattempo però il messaggio è passato. l’Alta Velocità sta diventando sempre più concorrenziale e solo tariffe molto basse (non si sa fino a che punto però profittevoli) possono rallentare l’emorraggia di passeggeri sui flussi Nord Italia-Roma.

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*